Øst & Skinka, grazie

Si, contrariamente a quanto promesso in realtà la tastiera norvegese l’ho installata, dato che sto cercando di casa mi è utile per scrivere i luoghi con il loro nome reale e non qualche variazione da turista.

Detto questo, oggi è sabato, primo giorno di spesa norvegese. A due passi da casa (certo non quanto il Plenty Market di fronte a casa mia però almeno questo non è un market di truffatori come quello) abbiamo un certo numero di piccoli supermercati, oggi è toccato al KIWI, un insospettabile supermercato che da fuori sembra un ufficio dismesso, chiuso e in attesa di qualcuno che ci si trasferisca dentro. Piuttosto deprimente.

I contenuti sono alla pari deprimenti. In scandinavia i supermercati sono o giganteschi oppure notevolmente carenti. Il KIWI di qui è uno di quelli piccoli. In svariati metri quadri di spazio sprecato infatti l’affamato cliente può cibarsi di: birra Pisciazzi (la più economica della Norvegia, 1.5% di alcool, una delizia), frutta e verdura di 3-4 varietà, una quantità IMMENSA di preparati per cibi esotici, qualsiasi varietà esistente di øst e di skinka nonchè chili di cioccolata in ogni forma.

Øst e Skinka (si legge “Scinca”) sono un po’ l’ossessione nazionale, qualsiasi pasto può essere sostituito o da salmone (Laks) oppure da øst e skinka. Øst banalmente vuol dire formaggio ma i norvegesi quando parlando di formaggio si riferiscono alla loro versione locale, una sorta di mattone giallo intenso simile all’emmental ma privo di buchi, una sorta di clone della Gouda olandese. Ovviamente essendo un clone è chiaramente peggio, anche prendendo la varietà più costosa disponibile. Risultato di questo positivo effetto collaterale della insipienza culinaria norvegese è che si può tranquillamente risparmiare sui formaggi tanto sono tutti “ugualmente deliziosi”.

A proposito dell’øst norvegese non posso fare altro che citare Mimmo che magistralmente affibbiò a questa famiglia di “formaggi” il nome perfetto: Plastikøsen.

Parliamo della skinka. In teoria è un termine che indica il prosciutto, ma chiaramente si sottintende un riferimento preciso al prosciutto norvegese. Certo, chiamare prosciutto una spallazza di maiale cotta in 3 modi diversi (skinka, rokt e kokt) vagamente differenti fa un po’ ridere, ma loro sono abituati così. A differenza dell’øst che è un po’ tutto “ugualmente buono”, la skinka cambia MOLTO da tipo a tipo e da marca a marca. Una skinka di bassa qualità ti ammazza in due giorni, senza neanche dirti “Hej”, il saluto universale norvegese.

Stasera è sabato, la mia lussuosa cena è un bel panino, øst e skinka messo nel Polarbrod, un ottimo pane lappone lievitato a freddo, molto soffice e delizioso (questo non è ironico, mi piace davvero). Praticamente sono un norvegese ormai, eccetto per quegli spaghetti Barilla con il pesto Barilla che mi sono mangiato a pranzo.

I saluti di oggi vanno al caro Kekule “Lo sghommunishda”. Vi segnalo il suo blog perchè è sempre assai divertente: http://pastaaltonno.splinder.com/. E’ un blog serio, mica come il mio che è una vaccata :D.

Annunci

3 Risposte to “Øst & Skinka, grazie”

  1. Contessina Serbelloni Mazzanti Vien Dal Mare Says:

    ..Ok! Quando vengo a trovarti mi porto dietro un trancio di Bbizza Panighina.. tutto il resto ti sembrerà ottimo! :*

  2. Mihaela N. Says:

    heyy, sai che?!? io il tuo blog l’ho trovato per caso e dopo più di 4 ore di lettura sono ancora qui, davanti al mio PC. Sei stracool; mi hai fatta proprio dimenticare per un attimo del mio solito quotidiano e godere 100% la tua esperienza ed i tuoi racconti che ormai li ho soprannominati “Norway Tales by Who” :-)))
    Il tuo stile narrativo, molto fresh, è davvero avvincente !!
    Con tutto questo eccesso di euforia ho pure omesso di presentarmi ; mi chiamo Mihaela 🙂
    Sono rumena e vivo in Italia da più di 7 anni. E’ da tempo che l’idea di andar via da qui mi fa l’occhiolino quindi ho buttato giù qualche destinazione e così, grazie a google, cercando informazioni riguardo i miei “posti favoriti” ho scoperto il tuo blog (come te lo dicevo prima).
    Finora (devo dire che sono molto fortunata) ho viaggiato in diversi posti del mondo; dal Canada a New Zeeland, dall’Islanda alla Spania, etc (per dirla tutta quasi ogni settimana cambio il posto) e ancora non mi sono decisa dove fermarmi (di fatto, visto che virtuale sono una giramondo :-))))))))) ).
    Insomma, grazie ancora per aver condiviso con noi le tue esperienze nonché le informazioni molto utili.
    Wishing you a lot of inspiration and creativity growing on an amazing we !! 🙂
    Miha

    • osloninja Says:

      Mi fa piacere che ci sia qualcuno che non mi conosce a cui piace quello che scrivo, quindi ti ringrazio sentitamente per le belle parole :).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: