…and a Happy New Year!

Due avvertenze per questo post.

1. Questo post è stato concepito da un regista modernissimo che ha scelto un ardito montaggio temporale all’indietro. 

2. Per leggere correttamente il titolo del post, è necessario intonare la tipica canzone di natale americana “auguri tutti in un colpo”, ovvero:

We wish you a Merry Christmas, we wish you a Merry Christmas, we wish you a Merry Christmas and a Happy New Year!

Dato che gli auguri di natale già li abbiamo fatti in norvegese (mi si passi il plurale di Cicerone che rammento è di modestia), quelli per l’anno nuovo li facciamo in inglese giusto per essere internazionali. Per aggiungere ulteriore internazionalità alla situazione, annuncio subito l’arrivo gioioso e festoso di un nuovo compagno di appartamento, un cinese che però è scozzese che però non si sa come si chiami davvero. Me l’hanno presentato come Chen (o Chang, è difficile distinguere queste due parole). Però lui si presenta come Micheal. Lo guardi ed è senz’altro asiatico. Ti vede che lo guardi e si affretta a precisare che è 17 anni che vive in Scozia però è nato ad Hong Kong. E non si chiama nè Micheal nè Chen (o Chang). Si chiama qualcosa di simile a Mu Hai. Chiedo l’assistenza di Giova per sapere come si scrive e se è possibile che il nome sia quello!

Ritorno del cavolo da Bologna a Oslo, come un imbecille mi sono prenotato il volo passante dallo Charles de Gaulle (CDG) e ovviamente il servizio a terra è il solito scandalo schifoso. Glisso sui chilometri che mi hanno fatto fare, il tempo che mi hanno fatto perdere per rifare tutti i controlli e il gelo che faceva a Parigi mentre ti facevano aspettare sull’uscio di una porta spazzata dal vento gelato per l’ENNESIMO MALEDETTO CONTROLLO PASSAPORTI PER SALIRE SU UN CACCHIO DI AUTOBUS. Si, sono leggermente seccato. Il fatto di avere su entrambi i voli un sacco di dannatissimi bambini che non facevano altro che piangere e urlare non ha aiutato la mia tolleranza verso il viaggio.

Da oggi KLM tutta la vita! Tra l’altro ora sono anche Frequent Flyer.

Parliamo un po’ di capodanno. Dunque, vediamo, cena tranquilla, la Io (riguardo Joanna e le sue sorelle è d’OBBLIGO un successivo post) si beve di tutto e si innamora (virtualmente) di mia sorella, la Contessina Serbelloni Mazzanti Vien Dal Mare esibisce un affetto monumentale che scalda in una serata devastantemente fredda, Jim fa il talebano, l’Ing. CarMazzi presenta le sacrosante rimostranze, gli amici di mia sorella amicidimiasorelleggiano. Insomma una serata normalissima resa bella dalle persone che c’erano. Il cosa e il dove sono stati decisamente poco importanti. Non c’è tanto altro da dire se non che sono stato bene e che io lo dica per un capodanno è cosa rarissima.

I preparativi per Capodanno sono stati frenetico-convulsi. Come al solito non c’è stato nulla di deciso fino a poco prima del 31, con il risultato che ovviamente al cenone erano disponibili sufficienti derrate per sfamare tutta la brigata Sassari e la Folgore per i prossimi 12 anni. Da bravi cessi è anche vero che ci siamo mangiati gran parte degli avanzi l’1 a pranzo prima che partissi (inoltre una certa persona che per anonimato chiameremo “Io” in modo da creare ambiguità, alle 5 del mattino si è mangiata un po’ di tutto dando un certo notevole contributo alla questione).

I preparativi sono stati inframmezzati da una piacevole escursione in quel di Mantova a trovare il Governatore Marley. Imperdibili risate di fronte a una commessa di Arfango che quando ha visto il sottoscritto ha cominciato a ipotizzare le più strampalate taglie di camicia, arrivando a dirmi cose davvero pregevoli e del tutto non offensive come ad esempio: “Si certo ecco va bene le do il 40 così lo prova e vediamo quante taglie in più le devo dare.”. Chiaramente quando il 40 è andato bene senza problemi si è sperticata in pindariche scuse con tanto di “Io l’avevo detto che il 40 andava bene.”. Vabbè. E’ cresciuto proprio bene l’outlet di mantova :D.

 A Natale grande festa in famiglia, un pranzo luculliano chenoaspettacancellatutto. Il giorno di Natale è stato uno STRAZIO ALLUCINANTE. Diciamo che la scelta di un certo ospite è risultata non solo pesante ma addirittura indigesta. Avete presente quei tizi che vi raccontano annedoti del tutto inutili, per niente interessanti, noiosi e superflui ma sono anche così convinti di avere qualcosa da dire che se qualcuno si azzarda a prendere la parola alzano la voce in modo che tutti possano gustare le loro facezie? Ci siamo capiti. E mi dispiace assai per le altre due persone presenti che invece sono così squisite.

Vigilia di Natale finalmente! A.A.A. Lussuosa magione loc. centro offresi per fastoso ricevimento con importanti VIP. Citofonare Ester (che non c’era però diciamo che in spirito e in opere era comunque presente).

Via ai ringraziamenti di oggi! E’ molto difficile scriverli perchè poi sembra che si faccia una scaletta di importanza. Non voglio fare sgarbi a nessuno (bè l’imitazione è facile, basta dire “Vaffanculo!” e hai fatto Sgarbi però non intendevo quello e poi non posso mica imitare dei personaggi italiani qua in Norvegia) perciò diciamo che cito come viene viene: mia sorella che mi salva il capodanno, la Contessina Serbelloni Mazzanti Vien Dal Mare per il suo affetto che ricambio, il Palazzo Imperiale di Al-Qmas con relativa matrona e patrone per il supporto continuo, Jim & Ing. CarMazzi per la presenza costante, il Governatore Marley per le risate, Fanz+Simo+Mitch+Jenny per gli “spiritosi inconvenienti” (divertitevi a Parigi mentre voi siete su io sono in ufficio a scroccare il pranzo e la cena), Krusty anche se ci vediamo di rado è sempre bello, Mimmo & Flavio che mi hanno invitato a Firenze, Claudia+Caso+Jerry(più tutti quelli che non ho visto) per le offerte di gioco a Risiko che rifiuto sempre per un motivo o per un altro ma che comunque fanno piacere, Fraulein Enriketten per le precisazioni sullo Jul e per le confidenze che ci facciamo e infine me medesimo perchè non hai tante persone che ti vogliono bene se non sei una persona che sa voler bene. Senz’altro lo faccio a modo mio, ma evidentemente lo faccio :D.

Annunci

2 Risposte to “…and a Happy New Year!”

  1. CarMas Says:

    “…chilometri che mi hanno fatto fare, il tempo che mi hanno fatto perdere per rifare tutti i controlli…”

    Ahahah omgwtf il cdg! Mi ricorda vagamente qualcosa 😀

  2. Gov. Marley Says:

    Mantova, città di commessi cordiali e sfruttatori di manodopera culinaria per la ristorazione su larga scala, vedi anche “come produrre cappelletti a costo zero, rapendo anziani del luogo”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: