Figaro!

Salve a tutti, torniamo a parlare un po’ di usanze norvegesi, giusto per capire quanto questo paese sia diverso dagli altri.

Conscio della mia capigliatura indegna di un paese civile come appunto la Norvegia, mi reco oggi al CC Vest con la dovuta sacrosanta calma del sabato. Non ricordo se ne ho già parlato, ma il CC Vest è il più grande ipermercato di Oslo città (il più grande “della zona” in realtà è lo shopping center di Sandsvika (città natale di Gesualda) che non è neanche tanto distante ma perchè fare 8 fermate del tram quando puoi farne 2 di autobus dietro casa) e come tutti i centri commerciali di questo tipo ha ovviamente tutto: agenzia viaggi, barbiere, food court (con obbligatorio McDonald’s, molto popolare qui, è sempre pieno), negozio di articoli per la casa, telefonia, perfino un Sony Center.

Mi presento felice e spensierato dal barbiere (frisør, include genericamente il barbiere e il parrucchiere) dove una allegra signorina di nome Aleksandra mi comunica altrettanto spensieratamente che se mi voglio fare i capelli devo tornare lunedi. Di andare al CC Vest dopo il lavoro chiaramente non se ne parla minimamente quindi ho preso direttamente appuntamento per sabato prossimo a mezzogiorno. Mi viene consegnato un comodo scontrino che mi ricorda che Sabato alle 12 ho il taglio di capelli “con macchinetta” (è diverso dal taglio normale eh!) dopodichè mi vado a mangiare qualche schifezza al McDonald’s, è diventata una sorta di consuetudine. Non che voglia protrarla, ma è così.

Dopo mangiato mi viene da controllare un dubbio. Ma quanto costerà un taglio di capelli con macchinetta? Mi pareva di avere letto 250 quindi torno dal barbiere e vedo che effettivamente costa 260. Poi però ci penso bene. 260 nok… duecentosessanta nok… Ma sono 32 euro! Economicissimo! Cavolo venite a fare i barbieri in norvegia, c’è di che guadagnare!

In realtà come spiegavo alle prime persone a cui ho raccontato il fatto il potere d’acquisto di 260 nok è più vicino ai 15 euro che ai 32 che dice il cambio, ma fa comunque impressione!

Ho passato il resto della giornata a girare per tutta Oslo alla ricerca di un negozio di giochi che vendesse Patapon per PSP. Ovviamente dopo averne girati credo più di dieci l’ho trovato nell’ultimo, il Planetkompaniet di Oslo City. Non per niente Oslo City è il centro di shopping migliore del centro, ma volevo farmi due passi per il centro quindi l’ho lasciato per ultimo :D.

 Saluti di oggi a mia sorella che se no si offende per non so bene che motivo :D.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: