“Pronto, parlo con Eusebio?”

Mi libero subito dell’argomento caldo della giornata, ovvero Italia-Olanda. Abbiamo giocato male, loro hanno giocato bene e abbiamo perso. Mi sembra sufficiente.

Il post di oggi invece è dedicato al modo in cui mi sono visto questa figuraccia europea della Nazionale. Qualche giorno fa mi arriva su Skype una richiesta da un utente che non conosco. Ogni tanto queste persone che ti contattano “a caso” sono interessanti perciò accetto. Nella mia migliore tradizione di gente dalle nazionalità strampalate, mi ritrovo a conoscere una ragazza bielorussa che però ha vissuto in germania che però ora vive in norvegia che però ama l’italia e studia italiano. Il solito fritto misto a cui vi ho abituato :D.

Fatto sta che questa ragazza, che per le solite ragioni chiameremo Irina, non solo è una fan sfegatata dell’Italia ma è anche una sportiva. Adesso ha un braccio rotto perciò si è messa in pianta stabile ad Akershus Festning (il bastione della fortezza di Akershus sul porto di Oslo) dove il munifico comune ci ha messo a disposizione un COLOSSALE megaschermo per le partite, ovviamente tutto gratuito.

Ci siamo visti dunque alla fortezza per “goderci” la partita (perdere 3-0 non è proprio divertentissimo), devo dire che i momenti sociali non sono poi stati moltissimi perchè Irina è veramente una fan sfegatata, appena comincia la partita va in trance sportiva, ma d’altra parte una partita della nazionale è sempre ipnotica, specie se piena di azioni come ieri.

La serata è stata interessante specie per il modo in cui il pubblico (non troppo devo dire) ha reagito alla partita. Più che un pubblico da stadio pieno di rimbecilliti violenti con severissimi problemi di atrofia cerebrale, sembrava di essere in un giardino tedesco. Tanti che bevono birra, stanno con gli amici, esultano se la squadra segna, si uniscono in un “Noooo!” quando la palla va fuori di un soffio, ma per il resto si divertono senza trasformarsi in delle bestie decerebrate.

Nel pubblico c’erano tanti olandesi, tanti norvegesi e anche tanti italiani. Mi viene da pensare che facciamo i cretini solo quando siamo in casa nostra…

C’è caso che forse siamo proprio dei cretini autolesionisti? E’ possibile :D.

Saluti speciali al Capitan Mattia, YARRR!

Annunci

12 Risposte to ““Pronto, parlo con Eusebio?””

  1. Mitch Says:

    ora… tu mi racconti che una tizia dal nulla ti contatta su skype (non sapevo esistesse skype-dating) e ci esci assieme per andare a vedere la partita…. e gia’ li….
    Ora… se avessimo vinto direi che te l’avrebbe data li sul posto presa da entusiasmo sportivo. Siccome abbiamo preso tre palle, probabilmente dovrai aspettare Italia-Romania. Ma a parte questo speculazioni sessual-calcistiche… la domanda e’ una sola: ma com’e’ sta Irina? =)

  2. osloninja Says:

    Macchè Skype-dating, ma per favore. Questa qui cercava un tizio che aveva conosciuto a Lisbona, si è sbagliata ma tutto sommato che importa, volemosebbene e conosciamoci.
    Rispondendo alla tua domanda, è carina e simpatica, iperattiva e con il più stereotipato accento russo a cui tu possa pensare :).

  3. Nib Says:

    Il più stereotipato accento russo a cui penso io è quello di Ivan Drago… devo preoccuparmi per te? 😀

  4. osloninja Says:

    Bè pensalo al femminile, ma l’accento è pesantissimo ed è di quel tipo :).

  5. Capitan Mattia Says:

    Ma le gnocche le trovi appena riparto? 😀
    Com’è sta storia?

    W Tarkan il barbaro!!

  6. bKn Says:

    LOOOL

  7. igmicce Says:

    ..comunque la storia che una Russa cercava un tizio che aveva conosciuto a Lisbona e finisce per chiamare un Italiano in Norvegia… non se la beve nessuno 😀

  8. bKn Says:

    ::glu glu glu::

  9. osloninja Says:

    Libero di non crederci, peccato che sia perfettamente vero :).

  10. Andrea Says:

    Interessante il racconto, ma a quanto pare se l’equazione del tuo amico Mitch e’ valida, manco la Romania t’ha detto bene.
    Forse la Francia?
    Siamo tutti con te, tienici informati.

  11. osloninja Says:

    Non l’ho vista in piazza la partita della Romania. Diluviava qui a Oslo e stavo facendo la valigia per tornare in Italia :D.

  12. igmicce Says:

    la Francia ha vinto…. quindi se la mia (Mitch) equazione ha senso… vuol dire che la tizia….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: