Truffa Airlines

Eccomi tornato a Oslo!

Mi ha accolto una serata frizzantina e un po’ umida ma nulla di malvagio. Lo sproloquio di oggi lo dedico a qualcosa che odio visceralmente: Ryanair, ovvero Truffa Airlines.

Sono tantissime le cose che non mi piacciono di Ryanair. Innanzitutto, il loro principio fondamentale è sfruttare in modo bieco i sentimenti più abietti delle persone. Tutto quanto il loro sistema è incentrato sull’homo homini lupus e ve lo dimostrerò seguendo l’iter di un passeggero Ryanair. Hmmm… forse c’è troppo latino oggi. Homo homini lupus è una espressione latina che significa “L’uomo è lupo per l'(altro) uomo”, con la quale si intende che l’uomo fondamentalmente tende a predare tutti i propri simili senza ritegno. Iter vuol dire percorso. Fine delle lezioni di latino per oggi.

Tutto comincia dal pacchianissimo sito della Truffa Airlines, dove l’incauto viaggiatore viene turlupinato da false pubblicità che promettono di portarlo a fare il giro del mondo con 1 centesimo di euro. Ecco il primo specchietto per le allodole, l’avarizia: assicurati dei clienti promettendo loro che spenderanno pochissimo.

Scelta una destinazione, il gonzo di turno scopre che il biglietto in senso strettamente tecnico costa sì 1 centesimo di euro, tuttavia ci sono 87 euro di tasse che vanno aggiunte. Qui scatta una delle truffe della Ryanair: sostiene infatti che i biglietti non siano assolutamente rimborsabili (corretto, poichè sono biglietti in genere di classe Y che è una classe internazionalmente non rimborsabile) insieme alle tasse (eccettuato il bollo che viene reso PERO’ con la detrazione di una “ragionevole quota amministrativa” che ammonta a qualcosa come 15 euro). La smentita ce l’ho qui in tasca, ho qui un biglietto della KLM che ho cancellato, di classe Y, prenotato via Expedia. In circa 10 minuti ho potuto cancellare correttamente il volo e mi sono state restituite per intero le tasse. Ne consegue che tutti i soldi che Ryanair sostiene di non poter rimborsare al passeggero sono soldi che si ruba esplicitamente. E’ un furto anche la “ragionevole quota amministrativa”, senza contare che 15 euro su 40 (cifra media) non mi sembrano una “ragionevole quota”.

Torniamo al malcapitato che ha avuto la infelicissima idea di volare con Ryanair. Le sorprese tariffarie non sono finite qui. Scopre infatti che se per caso, cosa proprio rarissima che non capita mai, vuole imbarcare un bagaglio, deve pagare tanti bei soldini in più. E non solo, il bagaglio deve essere di 15 chili, altrimenti deve pagare una forte penale o rischia di rimanere a terra (resto delle compagnie: minimo 20 chili). Non finiscono qui le sorpresine. Bisogna pagare anche se si vuole fare il checkin in aeroporto. Poi bisogna pagare anche se, caso strano che non succede mai, si vuole pagare con una carta di credito. Un’ultima accortezza infine, se non si presta attenzione, il sito di Truffa Airlines vi farà spendere altri 10 euro di “Priority Boarding”, uno dei magnifici “servizi” della Truffa Airlines.

Finalmente ce l’ha fatta, il nostro gonzo, pur assai seccato, ha risparmiato tantissimo, ha fatto un biglietto spendendo solo 140 euro invece che 220 su un volo di linea. E’ il momento di andare in aeroporto.

In aeroporto ecco il primo contatto con il personale Ryanair. La prima cosa che si nota è che è giovane. La seconda cosa che si nota è che è in numero del tutto insufficiente a gestire una coda più lunga di 3-4 persone, col risultato che o ci si presenta con immenso, larghissimo anticipo, o si rischia di perdere il volo. Oggi ho fatto un’ora e venti di coda per il checkin perchè c’erano due persone a fare il checkin di due aerei _completamente pieni_.

La scarsità di personale è uno dei modi in cui Ryanair fa i soldi. Un altro modo è l’assunzione di personale scadente e poco preparato (v. hostess & steward) oppure sgarbato e arrogante (facilissimo incontrare personale di terra così, intransigente sui bagagli e col paraocchi, ma è la filosofia della compagnia quindi probabilmente sta facendo il suo lavoro). Ecco un altro degli stimoli primitivi di Ryanair: sfianca le persone con 14 ore di coda, rendendo anche il più paziente delle persone un troglodita innervosito. La sgarbatezza e la fiscalità del personale fanno il resto.

Dopo circa 90 minuti, il nostro gonzo, ormai innervosito dalla discussione di 10 minuti con un disgraziato che non voleva imbarcargli la valigia perchè era 15.3 kg invece che 15 kg, passa il security check e va al gate. Non c’è neanche bisogno di guardare il biglietto per capire quale sia un gate con voli Ryanair. Nelle aviolinee per popolazioni civili, la gente si siede, parla, si beve qualcosa, fa le parole crociate. A un gate Truffa Airlines, c’è una bolgia di spintoni, urla, gomitate, insulti e altri atti di rara civiltà.

Per chi non lo sapesse, la Ryanair non assegna i posti a sedere, ognuno si siede dove vuole nell’aereo, salvo alcune piccole limitazioni (in genere una o due file sono bloccate). Ecco qui un altro istinto primordiale: quello di prevaricazione. Io non ho mai visto così tanta inciviltà come in una “fila” (sarebbe meglio dire bolgia totale) per un volo Ryanair. Nelle aviolinee normali, hai due file, quella della prima classe, e quella della seconda. Ci sono i cartelli, i passeggeri si mettono in fila e si comincia a salire. Mi sembra una cosa facile. Nelle file per i voli Ryanair non gliene frega niente a nessuno, si crea solo una folla chiassosa, innervosita e incivile di trogloditi che vogliono, DEVONO, arrivare prima degli altri. “Io! Io! Voglio viaggiare scomodissimo per primo!”.

Il “Priority Boarding”, un servizio che è facilissimo trovarsi addebitati senza averlo chiesto sul sito Ryanair, è la soluzione della Truffa Airlines al problema della bolgia. Una soluzione che è talmente fallimentare da rendere i 10 euro di tariffa per questo “servizio” l’ennesimo furto. In pura TEORIA le persone che sono in possesso di un biglietto con il Priority Boarding vengono imbarcate per prime. Il problema è che al gate si crea istantaneamente una rissa immensa di gente che si spintona e si insulta: piuttosto che fare passare qualcuno davanti venderebbero i figli. Il personale di terra nella sua totale mediocrità ovviamente se ne frega di creare due file da persone civili, figurati cosa può fare una hostess inesperta e sottopagata di fronte a una massa enorme di trogloditi che sono lì solo perchè così risparmiano 25 euro. Fatto sta che per riuscire a far funzionare questo “servizio” bisogna ogni volta sbraitare spintonando, ricordando al personale di terra che spesso e volentieri si scorda che c’è gente che ha pagato (=si è fatta truffare ulteriormente) il servizio e che quindi devono passare davanti a tutti. Cavoli, ma che servizio di lusso, tra un po’ lo vado a guidare io l’aereo e magari devo pure pagare!

Finalmente si sale a bordo, l’aereo standard della Ryanair è il Boeing 737-800 Refit. Il 737-800 è un aereo grande e comodo, peccato che la Ryanair lo ordini refit, ovvero con i sedili completamente cambiati. Questo Boeing nascerebbe con file da 5 posti, la Ryanair le rende da 6 e restringe lo spazio tra le file, stringendo ancora più persone. Non solo, rimuove anche la tasca portaoggetti (bellissimo quando ti rifilano un menu o una rivista sudicia e te la devi tenere in mano per 2 ore: già che sei tra trogloditi la puoi buttare per terra) e riduce il personale a 2 per ogni 100 passeggeri (circa).

Si decolla, il nostro truffato non ne può più e spera di arrivare il prima possibile. Perciò prova a dormire un po’. E’ un vero peccato che gli risulterà completamente impossibile. Verrà infatti ripetutamente svegliato prima dalla distribuzione del menu di ciarpame (oggi ho visto, bottiglietta di acqua 0,5L, 3 euro), poi della rivista, poi dall’offerta di snack, poi dalla lotteria, poi dal dutyfree a bordo e infine dalla nefasta musichetta che fanno partire quando il volo arriva in orario. Senza contare ovviamente che essendo la Ryanair una aviolinea che costa poco, la chance di avere un volo completamente pieno di bambini maleducati è eccezionalmente alta.

L’aereo atterra finalmente, con una testa gonfia così il malcapitato viaggiatore fugge dall’aereo ricordandosi ancora tutte quelle orrende musichette Ryanair, la compagnia più puntuale del mondo… Ma lo è sul serio? Ovviamente no, è un’altra truffa.

Ryanair adotta una pratica che oserei definire, “Tattica dei Saldi Finti”. La sapete quella storia del negoziante disonesto che prima rincara un oggetto del 50% e poi dice che farà i saldi al 30%? Qui il meccanismo è lo stesso e la cosa brutta è che molte altre compagnie stanno seguendo a ruota su questo. Come si fa ad arrivare in orario? E’ semplice, basta gonfiare i tempi in maniera ridicola per poi arrivare “casualmente” in anticipo. Bologna-Milano? “2 ore. Oh siamo arrivati in 20 minuti, UN’ORA E QUARANTA IN ANTICIPO SIAMO I MIGLIORI I PIU’ PUNTUALI DEL MONDO”. Sono capace anche io di fare una tabella orari scritta a caso e arrivare poi sempre puntuale.

In definitiva, Ryanair è una aviolinea truffatrice, piena di tariffe nascoste che si riferiscono a servizi che non sono neanche tali. Può avere una sua convenienza solo se si viaggia con larghissimi anticipi e in giorni/periodi in cui il volo potrebbe non essere troppo pieno. Per tutte le altre occasioni, è cara come le altre compagnie, se non peggio, offre un servizio pietoso sotto qualsiasi punto di vista (non è una aviolinea che punta sul servizio offerto) e logora i nervi. Evitatela come la peste.

Saluti di oggi a Francesca che ho rivisto dopo solo 12 anni :).

Annunci

9 Risposte to “Truffa Airlines”

  1. Daisuke Ido Says:

    Gran bella recensione, credo che riesca quasiquasi a riabilitare Alitalia 😀

    In ogni caso il megatrucco per la puntualita’ dovrebbe averlo inventato la nostra “cara” Trenitalia, allungando a dismisura le tracce per diminuire la percentuale di treni in ritardo.

  2. CarMas Says:

    Tutto ciò non può che aumentare la mia soddisfazione per il fatto di avere in mano un biglietto KLM invece che ryanair!

  3. Elaine Says:

    …per non parlare dei problemi di depressurizzazione che a me l’ultima volta hanno devastato i timpani e provocato un malessere generale sia all’inizio e alla fine dei voli…

  4. Munky Says:

    Ti dirò: oramai sono 3 anni che volo sempre e solo Ryanair e non posso dire che ne sono stato sempre soddisfatto, ma sono uno che si accontenta. Oramai ho imparato a scansare le “offertone” dalle offerte vere e proprie del sito (il massimo fin’ora che ho sempre pagato per un volo a/r è stato 40 euro e non è male imho. Il minimo storico invece è stato pagare 22 voli (si proprio ventidue) circa 1,60 euro) e mi reputo una persona piuttosto paziente nelle code (e ti dirò che mi sono accorto che dipende molto dalle tratte e degli aereoporti: ad alghero per esempio il priority lo fanno rispettare, a pisa dipende da quanto casino c’è, a londra vien rispettato ed anche a francoforte a bari è una bolgia). I voli in genere sono puntuali per tutta la mattina (spesso arrivano anche in anticipo), mentre la sera tendono a tardare, ma dipende sempre dall’aereoporto.
    La vera rottura di scatole è la fiscalità irrazionale, però una volta imparati i trucchetti anche quella non è un problema (ho una valigia che entra perfettamente nel loro box per misurare i bagagli e prima di partire la peso SEMPRE). Valigie non ne ho mai imbarcato ma io uso un trucchetto semplice semplice: quando vado dalla mia ragazza (che è di bari) per lunghi poeriodi semplicemente mi spedisco la mia roba:)
    In definitiva, in ryan si spende poco, ma si deve anche scendere a compromessi, tutto lì. Ed i voli a 5 euro totali, tasse incluse esistono e sicuramente non li fa nessun’altra compagnia (giusto ora ho speso 3,96 euro per 4 voli, non male eh?)

  5. matew Says:

    Le compagnie aeree sono tutte truffatrici!
    E in questo sono aiutate dai governi che hanno reso il chek-in un incubo che stranamente favorisce la confusione e le mancate partenze!
    Ed in più si deveaggiungere tuttequelle mancanze e deficenze che sono dichiarate sopra e che confermo essere la causa del pagamento di costi extra e di perdite finanziarie per il cliente, attea ralizzare insperati guadagni per le compagnie aeree.
    Fare causa alle compagnie aeree è un prolema serio , perchè risalire alle prove documentate e dimostrare i disservizi e le mancanze è assai problematico!
    Le compagnie si mettono al sicuro! Sanno bene che i piccoli furti sono impossiili da portare in aula giudiziaria e quindi si continuera su questa strada per poi ripeterli sempre, perchè ormai ogni reato gode dell’impunità se è sufficientemente di proporzioni modeste! E’ questa la leva giusta per aumentarsi i profitti! Dato che ,con l’onestà , i profitti non arriverebbero mai in questa misura!

    • osloninja Says:

      Io non la vedo così grigia per la verità. Penso semplicemente che le cosiddette compagnie “low cost” di “low” hanno solo la qualità del servizio, ma di certo non il prezzo. Ovviamente a meno che uno non usi l’aereo come l’autobus, in tal caso certe volte sono okay. Per dirla come va detta però, ho volato con JetBlue che è l’equivalente americano di RyanAir e il servizio è *completamente* diverso. In meglio.

  6. matew Says:

    Le tue statistiche fatte a priori non mi tornano coi conti!
    Io in 2 anni ho riscontrato problemi su ogni viaggio effettuato a Banghog nella casistica del 100% con compagniee diverse e biglietti non sempre low coast!
    2viaggi su 2, è appunto il 100% dei casi così mi pare! se la matematica non è un opinione!
    150 euro su un eccesso di carico di 4 chilogrammi!(25 euro al KG varia dacompagnia a com.)
    E una mancata partenza che è un po difficile calcolare ,ma stando basso, intorno ai 300 euro!
    Fatti assolutamente imprevedibili! ma è da mettere sul conto! Anni fà erano sono incidenti oggi è la normalità!!

    • osloninja Says:

      Bè evidentemente la matematica E’ una opinione, perchè non si può applicare la statistica su un totale di due casi :D. In quel caso sono solo brutte esperienze.

  7. matew Says:

    Un altra considerazione è che le cose che i clienti nonsanno è che dove si riscontrano i problemi sono sempre gli stessi posti!
    Ma i turisti non se ne accorgono perchè non tornano mai dove sono già stati in vacanza e difficilmente penseranno che esista un problema specifico convincendosi della casualità del fatto con una tendenza a generalizzare.
    Cosi non solleveranno mai un caso, per mancanza di fondati e comprovati sospetti!
    Ma tenderanno ad accusare il sistema piuttosto che verificareche esiste sia personale serio e qualificato ed il contrario, e cioè che si può trovare in qualsiasi aeroporto i 2 tipi ma non faranno certamente un servizio con la stessa qualità!
    Tutto questo problema è generato dale compagnie che assumono dipendenti sia qualificati che insufficienti! e dato che lavorano nello stesso luogo , le potresti incontrare proprio te! se non capisci che non ti puoi fidare di chiunque o chiedere a chiunque tu incontri in aeroporto allora sarà solo un tirare a sorte con la fortuna!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: