Pensioni canadesi

Salve a tutti,

Accantonando per un momento la tragedia di Oslo con tutto ciò che ne conseguirà (state tranquilli, aspettatevi miei commenti), oggi condivido con voi un aspetto interessante della vita canadese, ovvero l’aspetto pensionistico.

Ho vissuto per circa tre anni in Norvegia, dove una parte delle tasse che ho pagato sono andate a costituire un fondo previdenziale al momento gestito dallo Stato norvegese. Il sistema è trasparente e non dissimile dal nostro italiano, se non fosse che la Norvegia ha il fondo di previdenza sociale statale più grande e fruttifero del mondo, con un distacco di qualcosa come “migliore del 40% rispetto al secondo”. Non ricordo francamente le cifre esatte, ma mi pare ci fosse questo tipo di mostruosa distanza.

Non importa, oggi parliamo del Canada. Dopo avere pagato le tasse per la prima volta (ovvero a Marzo), si riceve dall’ufficio delle tasse federale la propria soglia di contribuzione TFSA e RRSP. Vediamo che cosa sono e come si usano.

Il TFSA è lo strumento più semplice. La sigla sta per Tax Free Savings Account, ovvero conto di risparmio esentasse. Tipicamente nel TFSA si mettono soldi su cui si vogliono compiere investimenti. Tutte le rendite finanziare ottenute da soldi investiti in un TFSA sono completamente esenti dalle tasse. E’ fondamentale rispettare fino all’ultimo cent il contributo fatto al TFSA: se si sfora infatti la soglia indicata sulla propria cedola fiscale, si pagano regolarmente le tasse su tutti i soldi che tracimano e in più si paga una maggiorazione.

Attenzione, è fondamentale capire che il meccanismo di limite è legato al contributo fatto al TFSA. Mi spiego meglio con un esempio, tanto per capirci.

C’è tutta una serie di conti da fare, ma diciamo che tipicamente se siete appena arrivati in Canada, vi permetteranno di aprire un TFSA con un tetto di 5,000 CAD. Mettete da parte qualcosa e decidete di mettere 2,000 CAD nel TFSA. Benissimo, potete contribuire altri 3,000 CAD al TFSA per quell’anno.

Fin qui è tutto molto semplice, ma ecco l’inghippo. Poichè il limite è imposto sul contributo e non sul valore del TFSA, le seguenti due situazioni sono molto diverse e possono portare a spiacevolissime sorprese.

Caso A: Decidete di mettere altri 3,000 CAD sul TFSA. Il vostro contributo totale per quell’anno raggiunge così i 5,000 CAD, siete nel tetto e quindi è tutto in regola.

Caso B: Quei 2,000 CAD che avete messo nel TFSA adesso vi servono perciò li tirate fuori. Nessun problema, si può senza onere. Tuttavia stoltamente pensate bene di versarne altri 5,000 per “pareggiare” il TFSA al suo limite. Errore letale! In questo scenario al fisco risulterà che prima avete versato 2,000 CAD sul TFSA e POI altri 5,000, per un totale di 7,000 CAD che superano la soglia! In questo caso vi aspetta una amara sorpresa in termini di stangata fiscale. Non è severissima, ma non pagarla è meglio.

Il TFSA si usa come un portafoglio titoli italiano in genere, dato che tutti i soldi che ci si guadagnano sopra, non vi verranno tassati.

Veniamo all’RRSP, ovvero Registered Retirement Savings Plan (Piano di risparmio previdenziale registrato). Anche l’RRSP ha una soglia contributiva annuale che vi viene indicata nella cedola fiscale, tuttavia rispetto al TFSA presenta una fondamentale differenza.

Mentre la caratteristica del TFSA è che tutto ciò che succede dentro il TFSA è esentasse, l’RRSP ha la interessante proprietà di abbassare il vostro imponibile lordo ogni anno in cui vi versiate un contributo. Se quindi siete ad esempio un giovane laureato che trova un lavoro per 30,000 CAD all’anno e la vostra soglia RRSP è 2,500 CAD (realistica, anche qui ci sono dei conti da fare, ma scelgo numeri semplici), nell’anno successivo il vostro reddito imponibile sarà 30,000 – 2,500 = 27,500 CAD. Ne consegue quindi che ogni anno in cui contribuite al vostro RRSP, andrete a pagare meno tasse, perchè il vostro imponibile sarà più basso oppure, specie se siete dipendenti, riceverete un sostanzioso rimborso fiscale a causa della differenza tra imponibile lordo e imponibile effettivo post-RRSP.

La proprietà dell’RRSP funziona anche al contrario. Non c’è alcun limite alle operazioni di prelievo dall’RRSP, tuttavia quando lo si fa, si va ad aumentare il proprio imponibile lordo nello stesso modo in cui lo si era diminuito quando si compivano i versamenti, col risultato che estrarre soldi dall’RRSP vi fa pagare più tasse nell’anno in cui lo fate.

Qual è la logica dietro tutto questo? E’ semplice. Più soldi guadagni, più il tuo margine di contribuzione all’RRSP è alto. Il Canada ti dice chiaramente che circa il 60% della tua pensione deve venire da piani per il futuro che ti sei fatto tu grazie al tuo RRSP. Fintantochè sei giovane, probabilmente guadagnerai abbastanza e quindi potrai fare contributi forti all’RRSP. Inoltre, potendo vincolare l’RRSP per molto tempo, avrà probabilmente una buona crescita. Di fatto, sono soldi bloccati.

Quando sarai più anziano, magari non avrai più un reddito a un certo punto, o magari succede una emergenza e ti ritrovi senza lavoro. A quel punto il tuo imponibile lordo sarà più basso di quando guadagnavi molto e quindi improvvisamente ti conviene estrarre soldi dall’RRSP perchè le tasse che paghi sui soldi che prendi sono minori di quelle che avresti pagato quando guadagnavi di più.

Insomma, alla fin fine il Canada ti dà molti strumenti “fai da te”. Se sai investire probabilmente sono ottimi. Se non lo sai fare, sei alla mercè di banche e investitori. Devo ancora decidere se mi piace oppure no, finora mi piace il fatto che so perfettamente, sempre e in qualsiasi momento, a quanto ho diritto e quanto è mio. Se qualcuno mi chiedesse quanto ho sul mio fondo INPS non credo che saprei rispondere.

Saluti di oggi a Big D per essere sempre di grande compagnia.

Annunci

Tag: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: